Il Dhampir - Il Giornale dei vampiri - L'unico giornale dedicato alle creature della notte, i Vampiri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Dhampir

Nel mondo

E' così chiamato il figlio di un vampiro serbo, l'unico (secondo le tradizioni locali) a non essere sterile.E' il solo a poter vedere il padre e gli altri della sua razza, che hanno la proprietà di potersi rendere invisibili a piacimento. Per questo possono combatterli. Il potere del D. si trasmette di padre in figlio, per cui sono considerati buoni cacciatori di Vampiri non solo i figli, ma anche i nipoti e pronipoti di Vampiro. Così si svolge, secondo la tradizione, il rito di annientamento. Il D. arriva nel villaggio in cui è stato convocato, e dichiara, con parole codificate dalla tradizione, che l'aria è fetida. Alza gli occhi, aspira profondamente, guarda verso i quattro punti cardinali. si dirige poi, verso la piazza del paese, in cui la folla si è radunata: ma la gente si tiene a debita distanza da lui perchè, se il sangue del Vampiro ucciso schizza su uno degli astanti, lo infetterebbe. Tutti rimangono immobili ed in silenzio. Il D. comincia a fiutare l'intorno come un cane da caccia, poi aguzza gli occhi come se distinguesse qualcuno nell'ombra, gira intorno a diversi oggetti, si toglie i vestiti e guarda attraverso le maniche della camicia come fossero telescopi. Gli si chiede che forma abbia il Vampiro, e lui risponde " E' umano "oppure dice, ha la forma di un animale. Poi inizia una vera e propria lotta corpo a corpo: si agita contro il nemico invisibile, si lamenta come se lo stessero strangolando, cava dalla cintura un coltellaccio e mena grandi fendenti per l'aria. Talvolta dice: "L'ho ferito", e mostra la lama per far vedere che è insanguinata. Infine emette un lungo sibilo ed esclama: " E' morto ". Ucciso, il Vampiro emana un tremendo fetore. Nel luogo in cui il suo corpo invisibile giace, resta una pozza di sangue, che viene lavata subito con acqua. Qualche volta, però, la lotta non è semplice, e il Vampiro resiste. Se non riesce ad ucciderlo, il D. allora lo allontana. Gli dice per esempio: " Vai a Skoplje ", e quello ci va. In questo modo il villaggio rimane libero.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu