Il governo del Malawi si serve dei vampiri? - Il Giornale dei vampiri - L'unico giornale dedicato alle creature della notte, i Vampiri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il governo del Malawi si serve dei vampiri?

Rassegna stampa > 2002

Una leggenda metropolitana quanto meno bizzarra sta alimentando un'ondata montante di protesta, spesso violenta, contro il governo del Malawi: l'esecutivo del presidente Bakili Muluzi viene accusato nientemento di essere in combutta con i vampiri per prelevare sangue al popolo da inviare poi alle organizzazioni umanitarie. Al governo del Paese centroafricano, già colpito dalla protesta per la scarsità di cibo, mancava insomma la superstizione, che Muluzi accusa i leader dell'opposizione di aver diffuso ad arte. La protesta contro il patto coi vampiri, malgrado i tentativi del governo di rintuzzarla, è sfociata in veri e propri atti di violenza, come il linciaggio di alcuni sospetti succhiatori di sangue. E' accaduto ad un uomo, vittima di una lapidazione improvvisata in piena strada, e a tre preti cattolici, bastonati a morte come presunti vampiri. Tute le aggressioni sono avvenute nel distretto di Thyolo, dedito in particolare alla produzione del tè. Secondo il governo, la leggenda dei vampiri sta anche mettendo in ginocchio la già povera economia del Paese - fra i dieci più poveri del pianeta - perchè in quattro distretti molti lavoratori agricoli sono rimasti barricati in casa per paura di incontrare un vampiro, anche se le probabilità si ritiene che aumentino la notte, quando i misteriosi succhiatori di sangue alleati del governo agiscono comparendo improvvisamente dal buio. Molte le persone che hanno raccontato di essere sfuggite a presunte aggressioni nelle campagne di Dracula in versione afro.

dalla "Gazzetta del sud" 24 dicembre 2002

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu