Storie di Vampiri: Vampiriana - Il Giornale dei vampiri - L'unico giornale dedicato alle creature della notte, i Vampiri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storie di Vampiri: Vampiriana

Libri > 2011
 

Un saggio d'epoca sul fenomeno del vampirismo.
La recentemente fondata Keres Edizioni ha dato alle stampe, da alcune settimane, Vampiriana, una raccolta di lunghi racconti dedicati alla figura del vampiro. Ma non si tratta, come si potrebbe pensare, dell'ennesima raccolta che racchiude opere di autori esordienti o di buone promesse. Nient'affatto. Ci troviamo di fronte a otto racconti scritti da autori “insospettabili”, quali Emilio Salgari e Luigi Capuana, oltre che di veterani del fantastico nazionale come Daniele Oberto Marrama, Enrico Boni, Francesco Ernesto Morando, Giuseppe Tonsi, Giuseppe De Feo, Vittorio Martella. Sono tutte novelle originariamente pubblicate PRIMA del Dracula di Bram Stoker, opere che mostrano un "vampiro italiano" notevolmente differente dalla creatura fantastica che il cinema e la letteratura di origine anglosassone e americana hanno imposto nell'immaginario collettivo dell'appassionato moderno. All'interno delle pagine di Vampiriana è possibile trovare bimbi vampiro, pipistrelli assetati di sangue, quadri diabolici, cacciatori di anime, spettri ematofagi, cadaveri incorrotti popolano queste pagine oscure della nostra letteratura. Tutte le novelle proposte, alcune delle quali sono state riscoperte dopo un oblio durato quasi cent’anni, sono arricchite dalle illustrazioni d'epoca che le accompagnarono nelle loro prime edizioni. Curatore dell'opera è Antonio Daniele, scrittore, giornalista e appassionato studioso del fantastico e del folklore. Già co-autore nel 2003 del saggio Arcistreghe. Origini e Folklore della Stregoneria Campana, è da anni direttore - insieme a Daniela Bolognini, del noto blog Il Catafalco, dedicato al mondo dei vampiri.
Notizia letteraria pubblicata il 03/10/2011           Fonte: LaTelaNera.com
La quarta di copertina

Vampiri assetati di sangue che aggrediscono nella notte. Uomini e donne posseduti dal demonio e costretti, per sopravvivere, a un’esistenza di lutti, magie, terrore. Nell’Italia e nell’Europa del Settecento — prima ancora che si affermino l’Illuminismo e la Ragione — un alto prelato combatte contro queste superstizioni. È Giuseppe Davanzati, arcivescovo di Trani, intellettuale e studioso colto e lucidissimo. La sua “dissertazione” è una traccia del nascente pensiero razionalista italiano ma è anche una testimonianza dell’immaginario (le ansie, gli incubi, la speranza di rinascita) delle popolazioni europee alle soglie dell’età moderna. L'autore Giuseppe Davanzati (Bari 1665-Trani 1755) è una figura emblematica del primo Illuminismo settecentesco. Instancabile viaggiatore, amico personale di papi e regnanti, Davanzati fu tra i più strenui sostenitori della necessità di conciliare fede e verità, ragionamento intellettuale e verifica empirica.

Giuseppe Davanzati, Dissertazione sopra i vampiri Besa Editrice - Collana Astrolabio Pagine: 176 - € 17,00 ISBN 978-88-497-0729-8

fonte fantasymagazine.it





 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu